Antonello da Messina a Milano Palazzo Reale

La mostra di Antonello da Messina a Milano al Palazzo reale sino al 2 giugno2019, propone una straordinaria rassegna dei capolavori del grande artista del Rinascimento, in una panoramica che abbraccia le innumerevoli influenze culturali, dal Mediterraneo alle Fiandre, che il grande artista siciliano seppe apprendere e rielaborare, creando un’arte originale e modernissima.
Ancor oggi considerato una delle figure più enigmatiche e al contempo più celebri del Quattrocento italiano, Antonello da Messina seppe coniugare il classicismo tipico dell’arte italiana con l’attenzione al dettaglio tipica dell’arte nordica, fondendole con un utilizzo della luce che, una volta trasferitosi a Venezia, darà il via alla grande tradizione della pittura tonale di area lagunare.

Eccellente ritrattista, Antonello da Messina fu tra i primi sperimentatori dell’utilizzo della pittura ad olio, che si rivelò particolarmente adatta alla stesura di velature dai toni cromatici morbidi, consentendo una vivacità e un realismo che ancora oggi, a distanza di mezzo millennio, rende i suoi ritratti tra i più belli che la storia dell’arte Europea abbia mai realizzato, in cui alla fedeltà rappresentativa si associa una capacità unica di penetrazione psicologica dell’individuo ritratto.

La mostra di Antonello da Messina a Milano permette di fare un viaggio tra le suggestioni dell’Italia quattrocentesca, fino nelle terre fiamminghe, per poi ridiscendere nei colori morbidi e nelle atmosfere calde del Mediterraneo, immersi nei capolavori di uno dei più grandi artisti dell’Europa del Rinascimento.

1 Commento

  1. Un pittore mito. La storia delle opere di Antonello da Messina e una di quelle che rendono spettacolari la storia dell’arte. Ci e voluto piu di mezzo millennio, infatti, per ricomporre la straordinaria opera visiva e il genio artistico del pittore siciliano del XV secolo oggi in mostra a Palazzo Reale di Milano . Gia. Perche solo appena ottant’anni dopo la sua  morte s’erano gia perse  tracce  e  documenti, restavano  solo  racconti e  leggende. Il silenzio ci mise poco per calare come una scure sul destino di questo straordinario artista.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*